logo giardinigonzaga

I giardini

Le ricerche e gli studi condotti attraverso una rilettura dell’iconografia e della cartografia storica, incrociata con le fonti archivistiche, nell’intento di definire un primo quadro dei giardini e delle aree verdi poste a complemento delle numerose residenze gonzaghesche nel territorio del "Mantovano storico", hanno permesso di censire 84 siti tra le attuali province di Mantova, Cremona e Reggio Emilia. 
Ne sono scaturiti risultati inediti e inaspettati che consentono di iniziare a delineare i contorni del complesso sistema di aree verdi che corredavano numerose residenze gonzaghesche e che abbracciavano, e spesso intrecciavano, situazioni tipologicamente diverse: dal giardino segreto al labirinto, dagli spazi di rappresentanza alle aree produttive degli orti e dei broli, fino alla costituzione di luoghi deputati alla caccia, recintati e protetti non meno dei giardini di delizia. Una trama complessa di spazi in grado di caratterizzare con la propria presenza l'assetto complessivo del territorio, mettendo in evidenza come non solo il ramo principale dei Gonzaga di Mantova potesse fruire di una articolata rete di residenze e aree verdi con funzioni differenziate e complementari, ma come anche i rami 'minori' tendessero a replicare sui territori di loro competenza, in base alle rispettive disponibilità economiche, un analogo sistema che seppe imprimere un carattere distintivo al disegno del territorio.

(tratto da C. Bonora Previdi, M. Brignani, I giardini dei Gonzaga nei territori dell’ex Ducato di Mantova e dei limitrofi feudi dei rami collaterali, in I giardini dei Gonzaga 2018, pp. 177-181).

Per visualizzare la mappa completa dei giardini censiti CLICCA QUI

La mappa di Google consente di identificare la posizione corretta dei giardini censiti tra i più significativi, di cui è possibile visualizzare la scheda all'interno del sito

StampaEmail

footer giardini2